• Oltre 46 milioni di magneti a magazzino
  • Più di 84'000 valutazioni positive
Il prodotto è stato aggiunto al suo carrello acquisti.
Al carrello

Un magnete diventa più debole col passare del tempo?

Spesso riceviamo domande come "Quanto tempo durano i magneti?" o "I magneti possono perdere la loro forza?". In condizioni normali i magneti al neodimio e i magneti in ferrite, i nastri magnetici e i fogli magnetici conservano il loro magnetismo per un periodo di tempo quasi illimitato. Tuttavia, influenze come la temperatura, le vibrazioni o i campi magnetici possono avere un effetto negativo sulla forza di tenuta di un magnete, e di conseguenza il magnete può perdere parzialmente o completamente la sua forza di attrazione.
Di seguito trovate un elenco delle influenze che possono portare alla perdita di forza magnetica per i diversi tipi di magneti.
Indice

Fattori che influiscono negativamente sulla forza di attrazione

Magneti al neodimio

  • Calore: la maggior parte dei magneti al neodimio non dovrebbe essere esposta a una temperatura superiore a 80 °C – fanno eccezione i nostri magneti per alte temperature che resistono a temperature fino a 150 °C
  • Vibrazione: forte vibrazione dovuta a colpi ripetuti
  • Corrosione: impiego per molto tempo all'aperto o in ambienti umidi
  • Altri campi magnetici intensi (per es. generati dagli elettromagneti)

Magneti in ferrite

  • Calore: i magneti in ferrite non possono essere riscaldati a una temperatura superiore a 250 °C
  • Freddo: i magneti in ferrite non possono essere raffreddati a una temperatura inferiore a -40 °C
  • Vibrazione: forte vibrazione dovuta a colpi ripetuti
  • Altri campi magnetici intensi: i campi generati dagli elettromagneti, ma anche dai magneti al neodimio, possono far perdere o invertire la magnetizzazione dei magneti in ferrite. Pertanto, i magneti al neodimio e i magneti in ferrite dovrebbero essere sempre conservati e trasportati separatamente.

Nastri e fogli magnetici

  • Calore: i nastri magnetici e i fogli magnetici non possono essere riscaldati a una temperatura superiore a 85 °C
  • Freddo: i nastri e i fogli non possono essere raffreddati a una temperatura inferiore a -20 °C
  • Vibrazione: forte vibrazione dovuta a colpi ripetuti
  • Altri campi magnetici intensi: i campi generati dagli elettromagneti, ma anche dai magneti al neodimio e dai magneti in ferrite, possono far perdere o invertire la magnetizzazione dei nastri e dei fogli magnetici. Pertanto, questi dovrebbero essere sempre conservati e trasportati separatamente da altri magneti.